IL NUOVO “GRAND VOYAGE” DI MSC BELLISSIMA IN ASIA

18/02/2020
Il nuovo itinerario include destinazioni alternative negli Emirati Arabi Uniti, in Vietnam e in Thailandia che sostituiranno gli scali cancellati in Cina, Hong Kong e Taiwan 

MSC Crociere ha aggiornato l'itinerario di MSC Bellissima per il suo prossimo ‘Grand Voyage’ in partenza da Dubai il prossismo 21 marzo. Il nuovo itinerario del ‘Grand Voyage’, che durerà 28 giorni e terminerà il 18 aprile, ha visto la cancellazione di alcuni scali tra cui il porto di Shenzhen (nella Cina continentale), Hong Kong e Keelung (Taiwan) e l’inserimento di porti quali Laem Chabang/Bangkok (Thailandia), Phu My/Ho Chi Minh City (Vietnam), e Kobe, in Giappone. MSC Bellissima non farà più scalo a Khor Fakkan negli Emirati Arabi Uniti, ma farà tappa, sempre neglio Emirati Arabi Uniti, a Sir Bani Yas.

Dopo aver visitato l’isola di Sir Bani Yas la nave si dirigerà verso Est per raggiungere Colombo (Sri Lanka), Phuket (Thailandia), Langkawi, Penang e Port Klang/Kuala Lumpur (Malesia) e Singapore. La nave si sposterà quindi a Laem Chabang/Bangkok (Thailandia), Phu My/Ho Chi Minh City (Vietnam), con un overnight a Kobe (Giappone), per raggiungere poi la sua destinazione finale Yokohama, in Giappone, il 18 aprile.

Per la salute e la sicurezza dei suoi passeggeri e dell'equipaggio, MSC Crociere, a partire dal 24 gennaio, ha intrapreso una serie di iniziative precauzionali su tutta la flotta per fronteggiare la diffusione del coronavirus in Cina. Sebbene non vi siano casi di coronavirus a bordo di nessuna delle navi di MSC Crociere, queste ulteriori misure si sono rese necessarie per garantire la salute e il benessere di tutti gli ospiti e dell'equipaggio.

I passeggeri che si imbarcano su una crociera sono dunque tenuti a tenere conto di quanto segue:

  • A chiunque abbia viaggiato, da o per la Cina continentale, Hong Kong o Macao negli ultimi 30 giorni, abbia visitato o transitato negli aeroporti dei suddetti Paesi, verrà negato l'accesso alla nave. Le stesse regole si applicano ai compagni di viaggio di tali passeggeri (genitore, coniuge, figlio, fratelli o un compagno che condivide una cabina);
  • Ai passeggeri che mostrano sintomi di malattia come febbre (≥38 C ° / 100,4 F °), brividi, tosse o difficoltà respiratorie verrà negato l'imbarco. Le stesse regole si applicano ai loro compagni di viaggio;
  • A tutti coloro che, entro 14 giorni prima dell'imbarco, hanno avuto uno stretto contatto con chiunque sia sospettato o cui sia stato diagnosticato il coronavirus, o che è attualmente soggetto a monitoraggio sanitario per la possibile esposizione a coronavirus, verrà negato l'imbarco;
  • MSC Crociere continuerà a condurre lo screening pre-imbarco necessario per attuare tali misure preventive;
  • I passeggeri con passaporto cinese che non hanno viaggiato da o per la Cina continentale, Hong Kong o Macao negli ultimi 30 giorni e che sono in buona salute, possono accedere alla nave. Tuttavia, segnaliamo che in alcuni Paesi le autorità non autorizzano temporaneamente i titolari di un passaporto cinese a viaggiare nei loro territori. Si consiglia, dunque, ai titolari di passaporto cinese di verificare eventuali restrizioni di viaggio applicabili nei Paesi di destinazione. Si noti che questo elenco potrebbe variare in base alle future normative governative;

Inoltre, vi è un elevato livello di igienizzazione su tutte le navi della flotta e si consiglia agli ospiti e all'equipaggio di seguire sempre le linee guida di salute e sicurezza, come lavarsi le mani regolarmente con acqua e sapone per 20 secondi e seguire tutte le altre procedure raccomandate.

Le misure di cui sopra e la decisione di modificare l'itinerario della nave sono state prese nel pieno interesse della sicurezza e del benessere dei passeggeri e dell'equipaggio di MSC Crociere.