FABIO CANDIANI, NUOVO “AREA MANAGER NORD OVEST” E “NETWORK MANAGER” DI MSC CROCIERE

04/09/2015
MSC Crociere arricchisce il team commerciale chiamando Fabio Candiani a gestire la forza vendite dell’area Nord Ovest 
MSC Crociere arricchisce il team commerciale chiamando Fabio Candiani a gestire la forza vendite dell’area Nord Ovest che comprende Lombardia, Piemonte, Liguria, Val d’Aosta e Toscana, oltre che il Canton Ticino (Svizzera), regioni in cui la Compagnia intende investire e crescere particolarmente andando a rafforzare i rapporti con agenzie di viaggi e con i network.
Fabio Candiani è quindi il nuovo “Area Manager Nord Ovest” e “Network Manager” e si stabilirà nella sede MSC Crociere di Milano.
Con una lunga esperienza nel settore del turismo, Fabio Candiani – nato 43 anni fa a Milano – ha ricoperto ruoli sempre crescenti in alcuni dei principali network e tour operator italiani, tra cui I Grandi Viaggi e Valtur, fino a diventare nel 2008 Direttore Commerciale di ITN Travel Network e in seguito di Uvet Network S.p.a.
L’arrivo di Fabio testimonia ancora una volta la nostra volontà di rafforzare ulteriormente il rapporto con agenzie di viaggi e network, da sempre al centro delle nostre strategie commerciali, concentrando in particolare gli sforzi nel Nord Italia” ha affermato Leonardo Massa, Country Manager Italia di MSC Crociere. “Per rafforzare la nostra squadra abbiamo scelto un professionista che conosce bene il mondo agenziale, avendoci lavorato per più di dieci anni, e che quindi riuscirà sicuramente a raggiungere ottimi risultati e stringere nuove alleanze strategiche, anche in vista delle nuove navi che presto entreranno in servizio nell’ambito del nuovo piano industriale avviato dalla Compagnia per l’ampliamento della flotta”.
MSC Crociere, infatti, nel 2014 ha avviato un nuovo piano industriale da 5,1 miliardi di euro per la costruzione di 7 navi da crociera di ultima generazione e il rinnovamento e allungamento di altre 4 navi già esistenti con l’obiettivo di continuare a conquistare nuovi spazi e nuovi mercati, raddoppiando entro il 2022 la capacità passeggeri della propria flotta.